Roberto Valentino

Roberto Valentino, classe 1966, imitatore cabarettista, ma anche cantante e autore, raggiunge la grande notorietà nel 2007 quando, al Festival di Sanremo, impersona l’ex Premier Romano Prodi.
La sua carriera comincia nei primi anni ‘80 quando inizia a trasmettere nelle radio private, per poi proseguire con ospitate in TV locali.
Nel 1990 e nel 1992 partecipa alla trasmissione televisiva “ Stasera mi butto “, gara nazionale di imitatori, in cui si classifica al secondo posto.
Poi lavorerà nella trasmissione di Paolo Limiti “ Ci vediamo in TV “ in qualità di attore.
Quindi altre apparizioni televisive tra cui quella in Rai sport, con la quale collabora scrivendo anche i testi comici per la puntata speciale della Trento Bondone.
Quindi lavora anche su Radio Rai nelle trasmissioni “ Attenti a noi due “ e “ Conduttore per un giorno “ componendo gli sketch comici da lui stesso interpretati.
Nel 2008 porta in teatro il suo spettacolo dedicato a Elvis Presley “ Sognando Elvis “ che lo vede in qualità di autore e regista.
Nel 2013 interpreta Papa Giovanni XXIII per un filmato dedicato alla vita del Papa buono, che viene proiettato nella casa natale del Santo Padre a Sotto il Monte (Bergamo), nell’ambito di un progetto multimediale che si chiama PAPAJ23.
Una piccola curiosità: Roberto Valentino è citato nel libro Totò Kolossal come doppiatore del film “I due Colonnelli” perché un suo doppiaggio della nota scena “ho carta bianca….” da lui messo in rete sul suo canale You tube ha tratto in inganno l’autore del libro, che ha creduto si trattasse dell’originale.

Gli angeli di via Fani

Avvenire del 13/8/19

Accende i motori la XIV edizione del Premio Nazionale “Più a sud di Tunisi”. La rassegna, tra le più longeve a livello culturale del Sudest della Sicilia, che ha il sostegno del Comune di Portopalo, dell’Assemblea Regionale Siciliana e dell’Assessorato Regionale al Turismo e Spettacolo, si terrà tra fine luglio e inizio agosto a Portopalo di Capo Passero, comune turistico-marinaro della provincia di Siracusa, situato nell’ultima propaggine sudorientale di terra siciliana, al di sotto del parellelo di Tunisi.


L’Associazione Culturale Capo Passero, organizzatrice e promotrice dell’evento, ha diramato i nomi dei vincitori nella sezione legata ai libri. La categoria “Opera Prima” ha visto l’affermazione di Roberto Valentino. Autore televisivo, con esperienze anche alla Rai, Valentino ha pubblicato nei mesi scorsi “Gli Angeli di via Fani”, un testo a metà tra saggio e racconto di fantasia, per ricordare la tragedia del marzo ’78 in cui persero la vita gli uomini della scorta di Aldo Moro, caduti per mano delle Brigate Rosse. Nella categoria “Storie Migranti” il premio è stato assegnato a Zina Cipriano per il racconto “Al di là del mare. Il viaggio del piccolo Jonas”, un testo che mette in evidenza anche il coraggio di chi rischia la vita affrontando la traversata del Mediterraneo.

gazzetta del mediterraneo del 3 luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *